Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa utilizzo di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Per fruire del sito è necessario acconsentire o modificare le impostazioni del proprio browser. Per saperne di piu leggi l'informativa sulla privacy.

Il progetto Erasmus plus KA1, inerente la mobilità internazionale per l’attività didattica e di formazione del personale docente e non docente degli Istituti di Istruzione Superiore presentato dal consorzio composto dagli istituiti di Istruzione superiore ITCG “G.M. Angioj” e IPIA “E. Loi” e dall’Istituto comprensivo “Don Milani”, è denominato Rimodellare gli spazi scolastici. Una sfida per l'apprendimento (SPANT)”.

Questo progetto si inserisce nella strategia di innovazione delle scuole consorziate come azione di propulsione verso il cambiamento, infatti, dall’analisi dei piani triennali dell’offerta formativa e dei Piani di autovalutazione e miglioramento degli istituti, sono emerse alcune criticità comuni che necessitano di un intervento realmente incisivo.

Le criticità sono:

  • l’abbandono scolastico
  • la scarsa motivazione allo studio e la difficoltà a concludere il percorso di studi entro il regolare termine dei cinque anni
  • comportamenti di disagio, di opposizione e di indifferenza verso gli apprendimenti scolastici

Alla luce di tali realtà si ritiene che ambienti di apprendimento stimolanti e motivanti, capaci di porre al centro gli studenti attraverso un loro coinvolgimento attivo, possano rappresentare la strada per il cambiamento.

Pertanto gli obiettivi specifici che si intende raggiungere attraverso il progetto sono:

  • la creazione di ambienti di apprendimento motivanti e interattivi, rispondenti alle necessità formative degli alunni;
  • il miglioramento del livello di conoscenza, competenza e partecipazione dei giovani;
  • l’incremento delle capacità comunicative e collaborative tra i docenti e nei confronti degli studenti;
  • il potenziamento della professionalità degli insegnanti per superare la frammentazione disciplinare;
  • la promozione di capacità di ricerca laboratoriale, progettazione e realizzazione di prodotti da parte degli studenti attraverso l’uso delle competenze tecnologiche in loro possesso;
  • la promozione della comunicazione digitale come fattore di qualità del servizio;
  • il perfezionamento e la diffusione della metodologia CLIL;
  • la promozione della comunicazione digitale come fattore di qualità del servizio;
  • il potenziamento della padronanza delle TIC;
  • l’acquisizione di maggiori competenze in merito alla didattica inclusiva, in particolare in relazione agli studenti con bisogni educativi speciali.

Il progetto prevede n°33 mobilità cosi suddivise:

  • 18 progetti di mobilità di job-shadowing, in alcune scuole di istruzione secondaria superiore dei paesi nord europei all’avanguardia negli ambienti di apprendimento innovativi;
  • 15 progetti di mobilità per seguire corsi sugli ambienti di apprendimento innovativi e sulle metodologie e approcci di insegnamento innovativo e di integrazione delle nuove tecnologie informatiche nella didattica.

 Gli obiettivi dell’esperienza di formazione all’estero sono:

  • Conoscere il sistema scolastico scandinavo e inglese per quanto riguarda metodologie didattiche, orari e spazi di apprendimento efficaci e inclusivi.
  • Raccogliere strumenti e suggerimenti per creare spazi di apprendimento motivanti, interattivi e veramente incluivi, in gardo di soddisfare le esigenze educative di ogni  studente.
  • Migliorare la partecipazione, le conoscenze e le competenze degli studenti anche attraverso un approccio learn-by-doing, focalizzato in particolare sulle attività laboriatoriali.
  • Migliorare le competenze digitali e promuovere la comunicazione digitale.
  • Migliorare l'inglese dei nostri insegnanti.
  • Incentivare la metodologia CLIL.
  • Migliorare le capacità di cooperazione.

 

 

Il 10, 11 e 12 ottobre 2019 tornano  gli #Erasmusdays, l'iniziativa europea che coinvolge beneficiari e protagoniti del programma Erasmus+, in un evento diffuso in tutta l'UE e oltre.
Tre giorni in cui a raccontare Erasmus+ non saranno le Agenzie nazionali, bensì i beneficiari del Programma, attraverso una serie di eventi da loro stessi organizzati in tutti i Paesi d'Europa.

 

ERASMUS DAYS 2019  - Toward European Awareness (verso la consapevolezza europea)

 

Un’iniziativa legata agli #Erasmusdays, iniziative europee che coinvolgono beneficiari e protagonisti del programma Erasmus+ in un evento diffuso in tutta l'UE e oltre, si è svolto a Carbonia.

Gli #Erasmusdays sono tre giornate in cui a raccontare Erasmus+ sono i beneficiari del Programma, attraverso una serie di eventi da loro stessi organizzati in tutti i Paesi d'Europa.

La giornata denominata Toward European Awareness (verso la consapevolezza europea) ha visto l’adesione all’evento “ERASMUSDAYS” nella giornata dell’11 ottobre, del nostro consorzio, composto dall’Istituto capofila l’ITCG Giovanni Maria Angioy, dall’ IPIA Emanuela Loi e dall’Istituto comprensivo Don Milani. Durante questa giornata è stato presentato il progetto Erasmus KA1 denominato “Rimodellare gli spazi scolastici. Una sfida per l’apprendimento” (SPANT) e le attività che si dovranno svolgere durante i due anni del progetto. La manifestazione si è suddivisa in due momenti differenti.

Durante la mattinata le scuole hanno organizzato una gara tra gli alunni dei rispettivi Istituti su tematiche riguardanti l’Unione Europa al fine di divulgare anche tra i ragazzi le opportunità offerte da Erasmus+ e dall’Unione Europea. La manifestazione è proseguita in serata, quando ospitati nell’auditorium dell’Istituto Giovanni Maria Angioy, che ha organizzato l’evento, si è svolto un dibattito sulle diverse opportunità che l’Europa offre alla scuola, con testimonianze di progetti già realizzati nel territorio e di altri che sono in fase di realizzazione.

Hanno partecipato all’evento, oltre ai Dirigenti dei tre Istituti e ai referenti del progetto, il referente regionale Erasmus dell’USR Sardegna, Anna Rita Vizzari, e il referente istituzionale dell’eTwinning Antonio Loddo. 

La conferenza ha fornito informazioni utili sia per la progettazione, sia per la realizzazione di progetti Erasmus+ e ha mostrato come la collaborazione tra scuole, tra scuole e istituzioni scolastiche e ancora tra queste e la comunità nel suo insieme possa portare innovazione e miglioramento. 

La manifestazione è stata arricchita dalla collaborazione degli studenti dell’istituto IPIA Emanuela Loi dell’indirizzo enogastronomico che hanno curato l’accoglienza ed il buffet e dalle esperienze, sia passate che in essere, degli Erasmus+ azione KA2 dell’Istituto Comprensivo Don Milani.

Durante la serata sono stati premiati gli alunni delle classi vincitrici della gara svolta la mattina.

Seguono alcune immagini dell'esperienza datata 11 Ottobre 2019:

   
   

 

Allegati:
Scarica questo file (Depli_Erasmus+-2.pdf)Depli_Erasmus+-2.pdf1861 kB